Iscriversi ad un corso di sport è sinonimo di salute

iscriversi ad un corso di sport

Iscriversi ad un corso di sport è sinonimo di salute. I rischi di una vita sedentaria sono molteplici. L’inattività fisica rappresenta infatti un problema di salute pubblica a livello globale. In tutto il mondo, un adulto su quattro e tre adolescenti su quattro (di età compresa tra 11 e 17 anni), non svolgono attività fisica secondo le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità. In alcuni paesi, i livelli di inattività possono arrivare fino al 70%, a causa del cambiamento dei modelli di trasporto, dell’aumento dell’uso della tecnologia e dell’urbanizzazione. Di conseguenza appare piuttosto evidente che fare sport e praticarlo con un corso tenuto da insegnanti in grado di portarci sulla «retta via» e di darci gli strumenti giusti diventa fondamentale.

Iscriversi ad un corso di sport

L’ultimo rapporto stilato lo scorso luglio dai Sistemi di sorveglianza Passi e Passi d’Argento, coordinati dall’Istituto Superiore di Sanità, registrano tendenze preoccupanti: gli italiani fanno scarsa attività fisica, mangiano poca frutta e verdura e 4 su 10 sono in lotta con la bilancia, soprattutto andando avanti con l’età. Tanto che, tra gli over 65 i problemi di peso riguardano quasi 6 persone su 10. Per una adulto fare attività fisica genera tutta una serie di benefici, come ricordato dal Ministero della Salute. Per esempio riduce la frequenza di malattie croniche come le malattie cardiovascolari, il diabete, l’ipertensione arteriosa, alcune forme di tumore (seno, prostata, colon).

I benefici

E ancora: migliora la mineralizzazione ossea, che contribuisce alla prevenzione di osteoporosi; migliora la funzione digestiva e la regolazione del ritmo intestinale; aumenta il dispendio energetico essenziale ai fini del controllo del peso corporeo; aiuta la salute mentale, contribuendo al mantenimento delle funzioni cognitive e alla riduzione del rischio di depressione e di demenza riduce stress e ansia e migliora la qualità del sonno e dell’autostima. Anche in età avanzata è importantissimo il movimento, per tutta una serie di ragioni. In generale, nell’anziano l’esercizio fisico è in grado di migliorare il tono muscolare e la capacità di movimento. Nonché di ridurre l’osteoporosi e di indurre un aumentato rilascio di mediatori neurormonali, che conferiscono una sensazione di benessere generale.

L’influenza “sociale”

Non solo benefici fisici. L’attività fisica e sportiva infatti offre il suo contributo anche all’inclusione sociale, svolge un ruolo rilevante nel miglioramento del benessere psichico e nella prevenzione e trattamento del disagio sociale nelle diverse fasce d’età, soprattutto durante lo sviluppo giovanile.
La pratica di sport e l’attività fisica possono fornire spunti utili per l’acquisizione di un modello di vita «corretto». Attività sportive di squadra e attività di espressione corporea permettono non solo un maggior benessere psicofisico e l’acquisizione di abilità motorie. Ma costituiscono un’occasione di socializzazione e di responsabilizzazione. L’acquisizione di comportamenti sportivi (fairplay), può facilitare l’acquisizione di un modello di vita basato su regole e ruoli condivisi dalla società.