Giornata Mondiale dell’Udito, si è svolta la sesta edizione

giornata mondiale dell'udito

Giornata Mondiale dell’Udito, si è svolta la sesta edizione. Il 3 marzo di ogni anno si celebra nel mondo il World Hearing Day, la Giornata mondiale dell’udito, istituita per richiamare i governi mondiali sull’importanza dell’udito. “Hearing care for ALL! Screen. Rehabilitate. Communicate”, questo il messaggio per la VI edizione della Giornata lanciato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). La Giornata mondiale dell’udito 2021 segna il lancio del World Report on Hearing – Rapporto mondiale sull’udito, che presenta un appello globale all’azione per affrontare la perdita dell’udito e le malattie dell’orecchio nel corso della vita.

Giornata Mondiale dell’Udito, i dati dell’OMS

Secondo gli esperti, oltre il 6.1% della popolazione globale, circa 466 milioni di persone, ha una riduzione dell’udito che incide sulla qualità della vita. Si stima che entro il 2050 oltre 900 milioni di persone (ovvero 1 su 10) avrà una perdita uditiva disabilitante. La metà di tutti i casi di ipoacusia può però essere prevenuta, attraverso misure di sanità pubblica. In Italia sono 7 milioni le persone con problemi di udito, corrispondenti all’12,1% della popolazione. Nel nostro Paese l’ipoacusia riguarda una persona su tre (tra gli over 65). Solo il 31% della popolazione ha effettuato un controllo dell’udito negli ultimi 5 anni, mentre il 54% non l’ha mai fatto. Solo il 25% di coloro che potrebbero averne beneficio usa l’apparecchio acustico, nonostante l’87% di chi ne fa uso dichiari migliorata la propria qualità di vita.