Settimana mondiale delle vaccinazioni 2021

Settimana mondiale delle vaccinazioni 2021

Anche quest’anno si è celebrata la Settimana mondiale delle vaccinazioni 2021 (World Immunization Week 2021), iniziata il 24 aprile e conclusasi il 30 aprile. Seguita poi, a distanza di due giorni, dalla sedicesima edizione della Settimana europea delle vaccinazioni (European Immunization Week, 26 aprile – 2 maggio). Promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per sensibilizzare popolazione, operatori sanitari e decisori sull’importanza dei vaccini in tutte le fasi della vita, la settimana è sostenuta da partner nazionali e internazionali. Tra cui il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF) e il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC).

Settimana mondiale delle vaccinazioni 2021

Con lo slogan “I vaccini ci avvicinano”, la Settimana intende sottolineare come la vaccinazione ci connette alle persone, agli obiettivi e ai momenti che ci interessano di più. Contribuendo a migliorare la salute di tutti, ovunque, nel corso della vita. Essendo uno degli interventi sanitari più efficaci e convenienti, la vaccinazione rappresenta una pietra miliare nella realizzazione della copertura sanitaria universale (Universal Health Coverage, UHC). Così come uno strumento vitale per una salute ottimale per tutti e in ogni luogo. I progressi per garantire una vita sana e promuovere il benessere per tutti a tutte le età sono un elemento prioritario dell’OMS in tutto il mondo. Tuttavia, la copertura globale delle vaccinazioni è rimasta la stessa negli ultimi anni. E ci sono ancora circa 20 milioni di bambini nel mondo (dati OMS e UNICEF) che non ricevono i vaccini di cui hanno bisogno.

I dati sui vaccini nel 2019

Nel 2019 circa 20 milioni di bambini in tutto il mondo (oltre 1 su 10) non hanno avuto accesso a vaccini essenziali contro malattie letali come difterite, tetano e pertosse. Le coperture vaccinali contro difterite, tetano e pertosse a livello globale si sono attestate intorno all’86%, dato pressoché invariato dal 2010. Nel corso del periodo 2011-2020 sono stati vaccinati oltre 1 miliardo di bambini. Attualmente, l’immunizzazione attiva previene circa 2-3 milioni di morti ogni anno. Nonostante i progressi raggiunti, in tutto il mondo continuano a verificarsi focolai di morbillo, difterite e altre malattie prevenibili con i vaccini. L’86% di copertura vaccinale, che corrisponde a circa 116 milioni di bambini vaccinati nel mondo, può sembrare un valore alto ma non è sufficiente. È necessaria una copertura del 95%, in tutti i paesi e le comunità, per proteggere i bambini da malattie gravi, spesso mortali.