Regali di Natale, gli italiani acquistano online

Regali di Natale

Regali di Natale, gli italiani acquistano online. Oltre uno su due (54%) tra quanti fanno i regali per Natale li acquisterà in rete. Anche approfittando degli sconti e delle offerte del Cyber Monday, che segue il Black Friday. E’ quanto emerge da un’indagine Coldiretti/Ixe’. L’accresciuta attenzione per il Cyber Monday anche in Italia è giustificata dalla tendenza ad acquistare i regali di Natale in anticipo per avvantaggiarsi dei prezzi più convenienti sotto forma di offerte speciali. O per non dovere affrontare gli affollamenti che caratterizzano il momento clou dello shopping delle festività. Nonostante le misure di restrizione decise dal Governo per limitare l’avanzata dei contagi, dalle mascherine all’aperto al contingentamento dei centri storici.

Regali di Natale online in crescita

Complessivamente si stima secondo la Coldiretti che il giro di affari quest’anno in Italia per le vendite on line è in crescita del 21% rispetto al 2020. Per un totale di 1,8 miliardi tra il Black Friday e il Cyber Monday secondo l’Osservatorio e-commerce B2c Netcomm–Politecnico di Milano. Le motivazioni per la spesa in rete sono la possibilità di avere la consegna a domicilio, una più ampia possibilità di scelta, l’opportunità di fare confronti e i prezzi convenienti. Anche se restano perplessità soprattutto sulla sicurezza dell’acquisto, la consegna di un prodotto integro e i rischi per la mancata corrispondenza del prodotto sul video rispetto a quello consegnato.

Attenzione a ciò che si compra

Acquistando, ad esempio, beni alimentari online il rischio maggiore è quello di incorrere in prodotti di bassa qualità. O addirittura contraffatti, con rischi potenziali anche per la salute. Un esempio di falsificazioni sul web sono i cosiddetti kit per produrre formaggi e vini italiani: i cheese-kit e i wine-kit. In merito ai cheese-kit, sono state scoperte confezioni contenenti tutto il necessario per ottenere una mozzarella in 30 minuti o altri formaggi italiani in 2 mesi. Il wine-kit invece è lo strumento utilizzato per la preparazione di vino in polvere. Consiste in un preparato solubile in polvere che, stante a quanto dichiarato sulla confezione, permetterebbe di riprodurre i più noti vini italiani, quali il Brunello o il Barolo. Il problema è anche normativo: se in alcuni paesi la vendita dei kit è illegale, in altri non lo è.